Applicazione1 [1] preparatorio per Tremore: come già indica il titolo, non è uno spettacolo e non perché sia una parte di un potenziale tutto o sia una forma breve, ma essenzialmente perché la natura specifica di questo confronto con il pubblico, parte da presupposti che non sono quelli di un’opera spettacolo ne per la forma ne per i contenuti. Lo spettacolo, come opera, è l’oggetto della riflessione attorno a cui un’applicazione ragiona ed orbita.

L’applicazione è un momento, un tempo, in cui l’artista singolo o il gruppo di lavoro (come in questo caso), mostrano al pubblico in modo drammatizzato, e quindi applicando un sapere, parte dei procedimenti dell’indagine in corso, la quale ha valore specifico ma anche generale.

Data questa introduzione sulla natura di un’applicazione possiamo parlare di questa particolare, e dire che: è numerata [1] poiché viene catalogata come la prima all’interno del progetto ECO. È anche sotto indicata come preparatorio per Tremore, poiché mostra un procedimento che è stato approntato per verificare alcune intuizioni drammaturgiche. Tale procedimento è a sua volta il risultato di una serie di sperimentazioni empiriche che hanno prodotto un precipitato di materiale scenico che si sta aggregando attorno ad un concetto poetico che ad oggi è titolato “Tremore”. In questa applicazione, l’equipe mostra in modo succinto il procedimento con cui si giunge alla creazione di una bozza2 (draft) il quale viene segnato in forma filmica, in ognuno di questi appunti si cerca di fissare tutti gli elementi potenziali di contenuto, formali ed anche di poesia. Si vedranno dunque tutti gli agenti dell’equipe riprodurre in una forma abbreviata di 50’, un processo che nella realtà prende tre giorni. Nel fare questo si entra dunque in un problema di rappresentazione che costituisce l’elemento di fondamentale differenziazione tra un’applicazione ed una performance. Infatti un’applicazione per tutte le cose dette non è uno spettacolo, non è uno studio e non è una performance. Questo procedere per negazione non allude ad un giudizio critico rispetto a spettacolo, studio e performance, anzi riconoscendone un valore storicizzato, parte da questo per notare come una nuova forma si renda necessaria nella riflessione dell’arte, una forma che non si sostituisce all’oggetto, cioè l’Opera, ma ne rivela i processi generativi avvalendosi del sapere disciplinare. L’applicazione è uno strumento di riflessione sull’opera posto (a priori o a posteriori) tra l’artista e lo spettatore.

The Draft Film, riunisce tutte le bozze prodotte nel corso di quasi due anni di lavorazione tale metodo. Questo assemblaggio esprime un potenziale drammaturgico che gli episodi bozze separatamente non rivelano.



1 Applicazione: l’utilizzo di strumenti e conoscenze acquisite per la produzione nel reale di un’intuizione aperta, un oggetto di sperimentazione, di verifica in cui non prevale ne la biografia ne la confezione. In un’applicazione è necessario che conoscenza e vita siano tenute allo stesso livello di intensità, affinché la finzione e il biografico non prevalgano l’uno sull’altro e non entrino così in conflitto.


2 anche con riferimento al titolo del film allegato The Draft Film

Preparatory Application1 [1] for Tremore: as the title already suggests, it is not a performance, and not because it is part of a potential whole or a short form, but, basically, because the specific nature of this confrontation with the audience, starts from assumptions, that are unusual for a performance work, both for the form and the contents. The performance, as a work, is food for thought and an application thinks and orbits all around it. The application is a moment, a time, in which the single artist or a teamwork (as in this case), show to the audience a dramatized work, thus applying a specific knowledge, a part of the processes of the ongoing survey, which has a specific as well as a general value.

By starting with this introduction to the nature of an application, we can analyze this particular one, stating that: it is numbered [1] as it is labeled as the first one inside an ECO project. It is also mentioned as Preparatory Application for Tremore, showing  an already approved checking process of some dramatic insights. This process is in turn the result of a series of empiric creative experiments which produced a precipitate of stage material aggregating around a poetic concept, that is titled “Tremore”. In this application, the equipe shows, in short, the process necessary to create a draft2, which is defined in film form,: these notes focus on all potential content, formal and poetic elements. Therefore all agents of this equipe will reproduce a shortened  50’ form, a process lasting three days in reality. By doing this, a problem of performance arises, which is the main element of basic differentiation between an application and a performance. As a matter of fact, an application , as mentioned before, is not a performance and is not a study. This development by denial does not involve a critical judgement on the performance or on the study, but it acknowledges a historicized value. By starting with this assumption, it is clear that a new form is necessary in the artistic thought, a form which does not replace the object, i.e. the Work, but it reveals the generative processes by using the disciplinary knowledge. The application is a tool of thought on the work placed (a priori or in the hindsight) between the artist and the member of the audience.

The Draft Film collects the drafts written in about two years of work. This assemblage expresses a dramatic potential which the separate drafts did not succeed in conveying.






1 Application: the use of tools and acquired knowledge for the production in reality of an open intuition, an object of experimentation and testing, where neither biography nor packaging prevail. In an application it is necessary that knowledge and life are both kept at the same level of intensity, so that fiction and biography do not mutually prevail, without coming into conflict.


2 also referring to the title of the attached film The Draft Film

APPLICAZIONE [1]

APPLICATION [1]

backprojects.html
homehome.html